Smile_Sito_Blog_Slider_1200x630-vector-denti-sanguinanti-1200x630.jpg
17/Lug/2019

Prevenzione e rimedi per gengive che sanguinano

Il sanguinamento delle gengive è un disturbo tanto comune quanto facile da prevenire e curare, purché venga diagnostica tempestivamente. In presenza di questo sintomi è infatti importante seguire alcune utili indicazioni che andremo ad approfondire di seguito.

Perché sanguinano le gengive

Il sanguinamento gengivale rappresenta un avvertimento della presenza di patologie, a volte anche gravi. I problemi che lo provocano sono vari, possono essere problematiche come la gengivite, un’infiammazione che colpisce il tessuto gengivale, ma anche malattie come la leucemia.

Anche durante la gravidanza è molto frequente che si possa riscontrare sanguinamento delle gengive.

Esistono rimedi per sanare questo problema repentinamente, come prendersi cura con molta attenzione della propria bocca, altrimenti ci si può orientare su rimedi fitoterapici ed omeopatici, non senza aver consultato prima gli specialisti. Ma prima di tutto, è importante individuare le possibili cause per prevenirne l’insorgenza.

Comportamenti dannosi

Dietro al sanguinamento delle gengive possono nascondersi diverse abitudini comportamentali scorrete, come:

  • scarsa igiene orale
  • fumo
  • eccessivo consumo di alcool o zuccheri
  • diete irregolari povere di frutta e verdura

Rimedi al sanguinamento delle gengive

Se il sanguinamento è cronico, ovvero si nota sempre durante l’igiene orale o durante i pasti, rivolgersi immediatamente ad un medico specialista!

Non rischiare, contatta direttamente i nostri specialisti

PRENOTA QUI

Se il sangue è meno frequente allora l’allarme di possibili patologie è probabile che possa essere escluso, ma non prima di aver effettuato una visita dal dentista. Quando appare invece in concomitanza di un punto che ha subito un trauma, come un graffio causato dello spazzolino o un taglio causato da un cibo solido che ha ferito la gengiva, i consigli per evitare questa causa sono:

  • Lavare i denti e passare il filo interdentale in maniera meno aggressiva
  • Utilizzare spazzolini con setole morbide
  • Aver cura del proprio cavo orale anche durante i pasti, evitando cibi troppo duri o con angoli taglienti
  • Escludere sigarette, troppi caffè, alimenti molto zuccherati

Soggetti a rischio

Molti soggetti sono più a rischio di altri, e questi sono:

  • Persone anziane
  • Diabetici
  • Soggetti con apparecchio ai denti
  • Persone che assumono medicinali che fluidificano il sangue o che riducono produzione di saliva
  • Persone soggette a eccessiva produzione di tartaro

Prevenzione

Per prevenire il sanguinamento è necessario spazzolare i denti con cura dopo i pasti ed alla mattina appena alzati; ciò va accompagnato da frequenti visite di controllo dal proprio dentista, in modo che possa così intervenire con tempismo per evitare questo spiacevole problema.

Vuoi essere sicuro che non si tratti di patologie?

Contatta i nostri i nostri medici, dopo una breve visita, ti sapranno indicare le giuste soluzioni per mantenere una bocca sana con gengive sane e forti.

PRENOTA UNA VISITA

Tempi di risposta brevissimi: lasciaci i tuoi contatti e verrai richiamato rapidamente

Scegli il centro*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*


Dichiaro di aver letto e compreso la Privacy Policy*

Maggiori Informazioni


Smile_Sito_Blog_Slider_1200x630-vector-denti-macchiati-1200x630.jpg
17/Lug/2019

Quali cibi macchiano lo smalto dei denti?

Una corretta igiene orale è fondamentale per il mantenimento di un buono stato di salute della proprio bocca. Questa prassi quotidiana può essere accompagnata da altre sane abitudini per le quali i tuoi denti ti ringrazieranno, come per esempio eliminare o limitare il consumo di cibi che macchiano più di altri il nostro smalto dentale.

Ogni buona abitudine rischia di essere però vanificata se non viene scandita da controlli periodici presso centri specialistici, in grado di intervenire con le giuste tempistiche nel caso in cui insorgano patologie che la semplice igiene orale non può prevenire o curare.

Non aspettare! Prenota adesso il tuo check-up approfondito.

PRENOTA QUI

In questo articolo prendiamo in esame alcune tipologie di cibi e bevande che possono macchiare o rovinare lo smalto dei denti, per le quali è importante considerare un consumo attento ma soprattutto osservare un’attenta igiene orale dopo il loro consumo.

Alimenti che macchiano i denti:

  • The: questa bevanda è peggiore anche del caffè per i danni che può provocare allo smalto dei denti a causa dei tannini, composti vegetali, che lo aggrediscono facilmente.
  • Vino rosso: esattamente come il the contiene tannini, questo lo rende una delle cause più comuni delle macchie dentali.
  • Cola: causa l’alterazione del PH della bocca ed in alte quantità rischia di danneggiare anche i denti. Dopo aver bevuto questa bevanda è possibile sentire sulla superficie dei denti un effetto colloso e meno liscio del solito. In questa condizione l’azione corrosiva degli zuccheri è più efficace.
  • Aceto balsamico: questo condimento può essere causa di macchie sullo smalto dei denti se non spazzolato dopo l’assunzione. Si consiglia l’utilizzo di aceto di mele in caso non ci sia la possibilità di lavarseli subito.
  • Frutti di bosco: per via dei molteplici cromogeni risultano molto dannosi sia interi che sotto forma di succo. Mirtilli, more e lamponi sono alleati della salute perché contengono antiossidanti, ma le macchie che lasciano sui denti sono difficili da eliminare!
  • Curry: questa spezia di origine indiana è diventata negli ultimi anni di tendenza anche in Europa, ma è necessario porre attenzione perchè la sua pigmentazione può lasciare macchie gialle sui denti
  • Salsa di soia: è bene non fare un eccessivo consumo di questa salsa perché i suoi residui restano sui denti fino a molto tempo dopo l’assunzione
  • Barbabietole: come i frutti i bosco sono un toccasana per la salute dell’organismo, ma il loro succo ha un intenso potere macchiante
  • Sugo di pomodoro: il pigmento che ne determina il colore rosso può macchiare i denti, non solo una camicia bianca. Inoltre nel pomodoro è contenuto un acido che agisce sullo smalto.

Lo sbiancamento e gli altri trattamenti di estetica dentale

Trattamenti di estetica dentale, come lo sbiancamento, consentono di recuperare uno o più toni di bianco ed eliminare macchie dovute al consumo di tabacco, alcool ed altri alimenti come quelli sopracitati. Grazie all’applicazione di gel contenenti agenti sbiancanti, una procedura sicura che non danneggia lo smalto naturale, si possono ottenere i risultati sperati, ma è importante affidarsi a un professionista per valutare il trattamento più adatto al proprio tessuto dentale.

Attenzione!

Lo smalto dei denti può danneggiarsi anche per altre cause che possono essere anche più dannose per la salute di tutto il cavo orale.

Vuoi essere sicuro che non si tratti di patologie?

Contatta i nostri i nostri medici, dopo una breve visita, ti sapranno indicare le giuste soluzioni per mantenere una bocca sana e un sorriso più bianco.
Qualora i denti presentino già antiestetiche macchie, è fondamentale eliminarle in tutta sicurezza, grazie alla professionalità di medici esperti e tecnologie all’avanguardia.

PRENOTA UNA VISITA

Tempi di risposta brevissimi: lasciaci i tuoi contatti e verrai richiamato rapidamente

Scegli il centro*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*


Dichiaro di aver letto e compreso la Privacy Policy*

Maggiori Informazioni


Smile_Sito_Blog_Slider_1200x630-vector-denti-sensibili-1200x630.jpg
17/Lug/2019

I rimedi per l’ipersensibilità dentale

Un disturbo comune che colpisce i denti di tanti pazienti è l’ipersensibilità. Per valutare i migliori rimedi per combattere l’ipersensibilità dentale, è importante analizzarne le possibili cause, ma iniziamo dando una definizione precisa di questa problematica assai diffusa.

Cos’è l’ipersensibilità dentale?

È una fastidiosa e dolorosa sensazione dovuta all’esposizione della dentina, la parte interna dei denti che racchiude la polpa ed è fisiologicamente sensibile ad una sollecitazione termica.

Quali sono le cause dell’ipersensibilità dentale?

Il disturbo è causato da un consumo anomalo ed eccessivo dello smalto o delle gengive, responsabili di proteggono proprio la dentina dagli stimoli esterni. Questo può avvenire per via di diversi fattori:

  • Gengivite o malattia parodontale
  • Carie dentali
  • Placca (dovuta allo scarso utilizzo del filo interdentale)
  • Scorretto impiego di spazzolino e filo interdentale
  • Sostanze acide a contatto con i denti
  • Digrignare i denti
  • Usare dentifrici sbiancanti

Quali sono i sintomi dell’ipersensibilità ai denti?

Oltre a stimoli termici, la sensazione di fastidio può essere percepita anche per via di un contatto con sostanze dolci, agrodolci o acide, sollecitazioni tattili o nei casi più gravi semplicemente per l’aria inspirata dalla bocca. La sensazione è riconoscibile come dolore breve ma intenso, localizzato su uno o più denti.

Spesso questo disturbo può agire sull’umore della persona che ne soffre, poiché rende difficoltose quelle attività più semplici e comuni come il mangiare e il bere.

Seguendo alcuni accorgimenti il problema può essere curabile, ma è bene in casi di ipersensibilità effettuare sempre anche una visita di controllo con un odontoiatra per escludere eventuali patologie, come la sopracitata gengivite, le quali richiedono cure particolari. Non aspettare, prenota adesso il tuo check-up approfondito!

PRENOTA QUI

Quali sono i rimedi all’ipersensibilità dei denti?

Le principali soluzioni per contrastare l’ipersensibilità dentale prevedono l’utilizzo di dentifrici e collutori specifici per denti sensibili, a base di nitrato di potassio e fluoruro stannoso.

Esistono terapie specializzate per la cura di questo disturbo nel caso in cui la gravità della sensibilità si protrasse a livelli più avanzati. Queste terapie prevedono l’utilizzo di laser o principi attivi, che attraverso il sigillo dei tubuli dentali, che conducono alla parte interna del dente, ovvero la sopracitata dentina, contrastano l’insorgenza dell’ipersensibilità

Proponiamo di seguito una lista di atteggiamenti da adottare in caso di ipersensibilità dentale:

  • Corretta igiene orale, mediante l’utilizzo di filo interdentale e di spazzolino a setole morbide
  • Utilizzo di dentifricio specifico per denti sensibili
  • Utilizzare collutori contenenti fluoro
  • Evitare di digrignare i denti e prendere precauzioni in caso di bruxismo
  • Sottoporsi a regolari visite dal dentista

Rimedi naturali all’ipersensibilità dentale

Esistono diversi metodi naturali per combattere il disturbo dei denti sensibili. Prima di adottarne anche uno solo di essi, è nostra premura sottolineare che è bene consultare il dentista, perché in caso di smalto con caratteristiche particolari anziché rigenerarsi rischia di rovinarsi ulteriormente:

  • Bicarbonato di sodio: sciogliere una piccola porzione di bicarbonato nell’acqua ed eseguire risciacqui una o due volte al dì
  • Acqua e sale: il procedimento è il medesimo del bicarbonato di sodio, sciogliere due cucchiaini di sale nell’acqua tiepida e ed eseguire risciacqui una o due volte al dì
  • Estratto di vaniglia: questo estratto contiene proprietà dall’effetto calmante che aiutano a diminuire l’ipersensibilità. Il procedimento prevede il passaggio dell’estratto mediante un batuffolo di cotone sopra la parte della dentatura dove si accusa il fastidio
  • Foglie di Guaiva: le foglie di questo frutto risultano molto efficaci per la cura della sensibilità dentale grazie alle loro proprietà antimicrobiche, analgesiche e antinfiammatorie
  • Oli essenziali: in particolare olio di chiodi id garofano e di cannella, da appore nelle zone sensibili e massaggiare. Questi oli possiedono proprietà antisettiche e possono ridurre notevolmente il disturbo

Vuoi sapere qual è il rimedio migliore per il tuo caso specifico di ipersensibilità dentale?

Nei Centri SMILE potrai avere tutta l’assistenza necessaria per comprendere se è necessario un trattamento per combattere l’ipersensibilità e proteggere il tuo smalto. Affidati agli esperti!

PRENOTA UNA VISITA

Tempi di risposta brevissimi: lasciaci i tuoi contatti e verrai richiamato rapidamente

Scegli il centro*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*


Dichiaro di aver letto e compreso la Privacy Policy*

Maggiori Informazioni


Seguici su



Link utili


Privacy Policy Cookie Policy


Centri Dentistici Smile ©2019 All rights reserved SMILE Group Srl | Via Fontanile 3, 20093 Cologno Monzese (MI) | P. IVA 09756170966 | info@centri-smile.it